Le pietre che curano

Le pietre curano il nostro corpo e la nostra anima.

Il nostro corpo fisico è composto in maggior parte da acqua ma anche da altre due parti importanti che sono terra trasformata in cristalli e energia.
La gemmologia è la scienza che studia le pietre preziose, avvicinarsi a questa scienza, significa essere partecipi dell’armonia della natura e così migliorarci.

Prendiamo ora una manciata di pietre diverse; ve ne sono alcune che ci piacciono, ci attirano e ci danno amore, altre ci lasciano indifferenti. Vi sono così pietre che possono darci armonia, aiutarci a guardarci dentro, aumentare in noi fiducia e positività, che ci dovrebbero sempre accompagnare.
Le pietre sono come i talismani, non vogliono cambiare la nostra volontà ed il nostro destino ma favoriscono il flusso di energie positive, che ci aiuta a vivere meglio.

Pensiamo all’uomo, essere così complicato, e poi alle pietre, esseri naturali semplici, sembrerebbero molto lontani tra loro ma le loro energie si attraggono inesorabilmente, e così possono anche comunicare fra loro; scoprendo che le pietre possono darci fiducia, positività ed ottimismo, aiutando a riequilibrarci.
Dobbiamo avere così, nei confronti delle pietre, disponibilità ed apertura; se sceglieremo una pietra con questa apertura spirituale e di stato d’animo, i risultati che ne otterremo saranno grandiosi!
L’ideale resta sempre quello di farsi seguire all’inizio da chi ha esperienza ma anche sensibilità verso le pietre, soprattutto nella qualità e nelle percezioni sottili. Poi saremo noi a decidere se le indosseremo come gioiello, ciondolo, se le terremo nel cassetto in ufficio, piuttosto che in auto o sul comodino di casa; senza dimenticare che potranno essere utilizzate anche come aiuto alla meditazione, per massaggi e a tutto quello che la nostra farmacia ci può portare.
Ricercare la pietra che fa al caso nostro è una grande terapia, perché ci muove alla ricerca di una creazione da noi diversa, ma come noi vicino a Dio.

Pietre Preziose

 

Ora un po’ di storia
 

Da sempre si è messo l’accento sull’importanza dei minerali all’interno del nostro organismo; l’uso di pietre e minerali per la nostra guarigione si perde nella notte dei tempi. Nell’antichità le pietre, ed in particolare quelle preziose, non erano considerate solo come ornamento ma anche come simboli religiosi e usati per curare le malattie. Per uso esterno venivano applicati sulle parti con problemi, mentre per uso interno, venivano polverizzate e poi fatte ingerire per via orale (attenzione questo metodo è vivamente sconsigliato, può essere molto pericoloso!!); oppure si faceva bere al malato dell’acqua lasciata in un recipiente intagliato in una pietra indicata per il problema.
Già troviamo pietre usate per guarire fra gli Assiri e i Caldei, nel modo di curare degli Egizi e nella farmacopea Indiana e Cinese. Essi usavano l’allume per trattare i meridiani dei polmoni e dell’intestino crasso; dell’argilla rossa per curare dissenterie, diarree e varie.
6000 anni prima di Cristo i sacerdoti Caldei usavano far portare ai malati placche di ferro e pietra in corrispondenze planetarie fra le placche e l’organo malato. Anche nel medioevo si faceva ricorso a pietre e pietre preziose per la cura di malattie: si usava l’ossidiana per le ossa, il rubino per il cuore, il diaspro per le donne incinta, l’agata per restituire la vista se indossata, lo smeraldo per calmare le passioni, l’ametista aiuta il cervello soprattutto dopo aver abusato a tavola. Tutto questo può portare una luce diversa e un diverso modo di pensare verso le pietre che abbiamo deciso di indossare.
Parliamo ora di un grande medico, Paracelso,  che già dal 1500 faceva largo uso di minerali; fu anche il padre della metalloterapia. Fra le sue cure dava già il ferro per curare l’anemia, il piombo per curare le ferite; nella sua medicina si trovava già la legge delle corrispondenze: per ogni segno zodiacale e ogni pianeta corrispondeva un organo, così come ad uno dei metalli principali:
all’oro corrisponde il sole,
all’argento la luna,
al ferro marte,
al rame venere,
al mercurio, mercurio;
allo stagno giove,
al piombo saturno (ancora oggi si chiama saturnismo la patologia legata all’eccesso di piombo nell’organismo).

Già allora si dava molta importanza ad ogni terapia minerale. La medicina spergica di Paracelso con la base di minerali e vegetali sembra facesse già miracoli.
Non abbandoniamo la natura ma ritorniamo ad essa con amore e fiducia.
Nel prossimo articolo parleremo della corrispondenza delle pietre con i segni zodiacali.

Diaro delle testimonianze

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information